Ansiolitici alternative e metodi - Ansiolitici

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Vita ci rende a volte Deboli , inermi e arresi alle circostanze di cui crediamo di essere vittime ma delle quali siamo fautori, Ansiolitici pasticche e gocce come i petali della nostra anima ci calmano e ci confortano.
Ma per quanto e a che scopo "Non sentire" equivale a "non essere"

Ansiolitici



Quali sovonono e a cosa servono

Gli Ansiolitici sono una categoria farmacologica che può aiutare a gestire le condizioni di Ansia e Attacchi di Panico, in soggetti con tendenza spiccata in tal senso o affetti da nevrosi patologiche o anche in particolari fasi della vita in cui lo stress adattivo si rende pressante.

Gli Ansiolitici fanno parte delle sostanze dette Psicoattive , sostanze capaci di agire sull'umore e il comportamento per mezzo dell' azione sulle secrezioni dei neurotrasmettitori del nostro Sistema nervoso centrale .

Secondo alcune teorie mediche l' Ansia viene associata ad una carenza o alterazione di un neurotrasmettitore che inibisce la comunicazione fra i neuroni , il neurotrasmettitore GABA ( Acido Gamma-Aminobutirrico ).

Nelle cause dell' Ansia viene attribuita allo scompenso di questo neurotrasmettitore importanti ruoli, questo ruolo è stato scoperto casualmente nello studio di farmaci sedativi, e una delle sostanze più importanti come Ansiolitico e la Benzodiazepina .
Leo Henryk Sternbach
La scoperta di queste sostanze risolgono agli anni 60 in cui la sperimentazione farmacologica era molto attiva, un chimico e ricercatore polacco tale Leo Henryk Sternbach  sperimentò sintetizzandoli una serie di prodotti cercando molecole con azione biologica . Esso scoprì un composto sedativo di nome Clordiazepossido (Librium) che in seguito a sperimentazioni e evoluzioni dette origine al sedativo fra i più noti , il Diazepam (Valium) e da esso si aprirono le strade per la scoperta appunto delle Benzodiazzepine.

La sperimentazione avvalorò la teoria secondo cui questa sostanza aumentava l' azione di un neurotrasmettitore che inibisce l'azione dei neuroni, il neurotrasmettitore GABA.
Esso funziona al contrario degli Antidepressivi che aumentano la secrezione dei neurotrasmettitori che eccitano SNC ,in sostanza il GABA inibisce il neurotrasmettitore SNC.

Ansiolitici quanti ne esistono ?



  • Benzodiazepine

  • Barbiturici
  • Betabloccanti
  • Antidepressivi
  • Benzodiazepine


Queste sostanze sono alla base dello sviluppo di farmaci molto utilizzati , che spesso vengono prescritti anche troppo facilmente, forse in virtù del fatto che non presentano pericoli come i Barbiturici che se presi in dosi eccessive possono provocare l' inibizione respiratoria quindi la morte.Per l'uso in eccesso delle benzodiazepine esiste un farmaco come antidoto il Flumazenil, Comunque l' uso e l' abuso di queste sostanze presenta molti inconvenienti. Essi si dividono in tipologie derivanti dalla loro durata d' azione (emitiva).


Emitiva di una durata maggiore di 48 ore sono: il Flurazepam, Clordiazepossido, Delorazepam e Diazepam
Invece con un Emitiva inferiore alle 48 ore sono: Ketazolam,Oxazepam,Alprazolam( di cui fa parte il famoso XannaX) Lorazepam , Clotiazepam.

Con Emitiva minore delle 10 ore:
Etizolam, Midazolam,Triazolam, Brotizolam



Barbiturici.



Le classi di appartenenza degli Ansiolitici sono:

I Barbiturici sono passati alla storia per i famosi casi di abuso che spesso volontariamente a condotto alla morte, in virtù dell' inibizione respiratoria di cui abbiamo parlato precedentemente. 

L' Azione dei Barbiturici è diverso da quello delle Benzodiazepine, esso non agisce solo sul neurotrasmettitore che inibisce l' eccitabilità, ma modifica la conduzione del sistema nervoso riducendo l' eccitabilità del SNC.

Oggi sono molto poco utilizzati per l' Ansia e l' Insonnia , vengono utilizzati solo in alcuni casi per il loro effetto antiepilettico.

Gli Antidepressivi


Gli Antidepressivi vengono utilizzati nella cura dell' ansia e degli Attacchi di Panico, essi aumentano l' eccitabilità per cui sembra essere un controsenso, ma la sperimentazione sembra essere in grado di dimostrare che alcuni antidepressivi triciclici o inibitori della ricaptazione della serotonina e noradrenalina riescono a sedare aumentando i livelli del neurotrasmettitore GABA.





BETABLOCCANTI

Questi farmaci come il propranolo vengono utilizzati come prevenzione nei soggetti ansiosi e colpiti da attacchi di panico nel caso in cui davono affrontare situazioni potenzialmente scatenanti.


 
Copyright 2015.tutti i diritti riservati ansiolitici.org.
Torna ai contenuti | Torna al menu