<

Benzodiazzepine - Ansiolitici

 

Ecco un semplice specchietto per dare indicazione sul principio attivo delle Benzodiazepine.

I principi attivi delle benzodiazepine , sonostati scoperti alla luce del pubblico nei primi anni 60. Questo tipo di farmaci sono molto importanti anzi oserei dire fondamentali per le terapie dell'ansia e della difficoltà nel sonno ovvero l' insonnia.

Oltre a questo tipo di indicazioni questo farmaco che ha effetti ansiolitici e anche un farmaco ipnotico, le benzodiazepine hanno due importanti proprietà quella antiepilettico(o Anticonvulsivante)a è quella miorilassante .

Le benzodiazepine hanno come loro proprietà fondamentale quella di rendere più forte l'attività del neurotrasmettitore GABA un aminoacido che agisce diminuendo l'azione degli impulsi nervosi.

Ecco la verità sugli ansiolitici

Approfondisci le tecniche avanzate contro Ansia e panico?Leggi questo articolo Farmaci ansiolitici

Il meccanismo che costruisce l'azione del sistema nervoso, è formato da numerose sostanze che interagiscono fra di loro e che portano i messaggi degli impulsi nervosi dal cervello agli organi nervosi periferici, questi messaggeri, chiamiamoli così, in modo molto semplice si chiamano neurotrasmettitori , che letteralmente trasmettono messaggi a i nervi.

Questo tipo di neurotrasmettitori hanno la funzione di eccitare il sistema nervoso oppure al contrario di sedarlo cioè di inibire l'attività eccitatoria.

Grazie alla sintonia di tutti questi meccanismi molto complessi il nostro corpo può modulare nella maniera più adeguata tutti i messaggi nervosi che poi hanno il compito di rendere possibili tutte le sensazioni e tutte le attività del nostro corpo.

È inutile sottolineare come l' attività nervosa del nostro cervello che poi si trasmette a tutte le funzioni del nostro corpo sia a quelli autonomi ovvero che si svolgono senza un comando diretto da parte nostra a quelli invece che accadono appunto in maniera volontaria cioè causate dalla nostra volontà diretta.

Le benzodiazepine in sostanza non fanno altro che rallentare alcune reazioni e trasmissioni di neuroni, agevolando appunto la funzione del neurotrasmettitore sopra citato che serve per l'appunto a questo. Infatti non a caso che assume questo tipo di sostanze accusa un senso di stordimento e le proprie attività sembrano rallentarsi.

Le benzodiazepine per riuscire a espletare la loro funzione devono superare alcune difese naturali del nostro corpo in questo caso parliamo proprio di una barriera chiamata barriera ematoencefalica, si tratta di un sistema del nostro corpo molto complesso che riesce in modo egregio a filtrare sostanze che sono importanti dalle sostanze che vengono scartate rifiutate dal sangue e l'encefalo.

Questo tipo di proprietà delle benzodiazepine è importantissimo in quanto se un farmaco non riesce ad integrarsi con l'organismo non potrebbe in nessun modo avere un'azione che sia positiva o negativa.

Ecco come funzionano le benzodiazepine nel nostro cervello

Le benzodiazepine sono molecole sintetizzate la prima fu il clordiazepossido poi in seguito ci fu un'evoluzione e segui la sintesi del Diazepom e poi in seguito negli anni 80 fu l'era della benzodiazepina che in quegli anni e negli anni a venire è stato uno dei farmaci più prescritti al mondo.

Esistono almeno 16 diversi tipi di benzodiazepine che fra loro hanno alcune differenze fra cui la velocità nel creare l'effetto attivo e nel mantenimento dello stesso.

Le benzodiazepine che hanno una durata media è breve sono in genere utilizzate per curare l'insonnia invece quelli con azione prolungata sono utilizzate nel trattamento dell'ansia.

L'utilizzo delle benzodiazepine diventa molto pericoloso quando vengono mischiate droghe o alcolici oppure altre sostanze come antidepressivi.

Le benzodiazepine hanno una funzione ipnotica si assunte in dosi massicce come ansiolitici in dose medie e moderate e come semplici sedativi a basse dosi, l'assunzione di questi farmaci in modo continuo e massiccio può procurare diversi problemi alterare lo stato vigile e anche molti aspetti della Attenzione:Le indicazioni e gli esempi di somministrazioni indicate NON SONO indicazioni mediche , per usare acquistare o ingerire qualsivoglia sostanza interpellare il proprio medico .Le informazioni contenute in questo sito sono solo a titolo narrativo e informativo e nonostante si sia cercato di dare informazioni corrette non si escludono errori e inesattezze .Ogni azione e uso di tali informazioni è una propria decisione.