Ansiolitici e piante naturali con potere ansiolitico e sedativo per l'ansia

Ansiolitici e piante naturali

Esistono ansiolitici che provengono da piante naturali e donano benefici a tutti coloro che soffrono d’ansia.

Le principali tecniche conosciute riguardano oligoterapia, l’ aromaterapia e la fitoterapia.

Nonostante si tratti di rimedi naturali è bene prestare attenzione ai possibili effetti collaterali.

ansiolitici naturali Gli ansiolitici non sono solo farmaci per cui è necessaria una ricetta medica, vengono infatti catalogate anche in alcune piante naturali che portano gli stessi benefici senza creare troppa dipendenza.

Ma anche in questa circostanza è bene assimilarne una quantità moderata senza esagerare.

Per potersi liberare dall’ansia spesso si ricorre all’ oligoterapia , gemmoterapia, aromaterapia e fitoterapia.

Analizziamo le seguenti risorse e scopriamo tutti gli effetti benefici e collaterali che esse comportano.

Ansiolitici Naturali : Ecco le alternative

L’ oligoterapia sfrutta le proprietà benefiche degli oligominerali per alleviare i problemi legati all’ansia; tale tecnica viene spesso accompagnata da altri sostegni e di conseguenza il suo effetto benefico è decisamente migliore.

Per poter alleviare l’ansia viene consigliata l’assunzione del manganese di cobalto una volta al giorno per tre settimane, riducendo poi il dosaggio fino ad un massimo di tre volte a settimana.

Insieme al manganese di solito si aggiunge il magnesio , quasi sempre dopo la cena poiché favorisce il sonno.

Per evitare crisi d’ansia o per alleviarle è bene seguire un regime alimentare privo di caffè, cioccolato, zafferano, ginseng ed altri cibi.

Gli esperti consigliano la somministrazione di Ficus carica che avrebbe il compito di alleviare i sintomi dell’ansia .

Tale rimedio naturale fa parte della gemmoterapia ed ha lo scopo di tranquillizzare e riequilibrare l’umore.

Anche il tiglio è molto utile in casi d’ansia, aumentando i livelli di serotonina, agendo nei confronti dell’ipotalamo ed aumentando e favorendo un sonno benefico. Il tiglio è quindi uno dei rimedi naturali più consigliato in queste circostanze, ma è bene precisare che se assunto in quantità eccessive potrebbe causare eccitazione, facendo ricomparire l’ansia.

L’aromaterapia è un altro rimedio naturale molto importante per tutti coloro che soffrono d’ansia, grazie all’utilizzo di oli essenziali dispersi nell’ambiente.

Tali aromi consentono alla persona di raggiungere un equilibrio fisico ed emozionale, ma anche mentale!

Essenze che rilassano


Le essenze che rilassano maggiormente le persone soggette con ansia sono la lavanda e la melissa che hanno appunto l’obiettivo di rilassare persone iperattive, associando magari della camomilla.

Questi oli possono anche essere utilizzati come unguenti durante qualche massaggio, poiché la pelle assorbirebbe con maggiore velocità le proprietà benefiche in essi contenute donando un rapido sollievo.

Per quanto riguarda la fitoterapia troviamo numerose piante naturali che comportano benefici e miglioramenti a persone sofferenti d’ansia, come ad esempio la valeriana, il biancospino, la passiflora e la melissa; nel caso l’attacco d’ansia sia particolarmente forte, l’iperico è il rimedio naturale più efficace in assoluto.

La melissa dona sollievo a tutte quelle persone che, in caso d’ansia, comportano effetti sul proprio organismo come spasmi e dolori gastrici; tuttavia non deve essere assunta nel caso qualcuno soffra di problemi alla tiroide.

Il biancospino è utile al fine da ridurre palpitazioni ed eccessivo stress, mentre la passiflora ha azioni antispastiche, sedative e ansiolitiche: perfetta per chi soffre d’ansia !

Tuttavia, nonostante si tratti di un rimedio naturale, la passiflora è controindicata nelle donne incinte poiché le proprietà benefiche contenute in essa favoriscono le contrazioni dell’utero; in caso contrario, si è rivelata uno dei rimedi naturali più efficaci degli ultimi tempi.